Giornata Internazionale degli Studenti: citazioni e aforismi

Ogni anno a partire dal 1941, il 17 Novembre si tiene la Giornata Internazionale degli Studenti. Questa ricorrenza nasce dal bisogno di rivendicare il diritto allo studio e il diritto d’espressione degli studenti in memoria dell’eccidio nazista avvenuto nel 1939 in Cecoslovacchia dove alcuni studenti e professori furono uccisi per essersi ribellati all’occupazione tedesca e al regime nazista.

Un mese prima dell’eccidio, uno studente della Facoltà di Medicina di nome Jan Opletal, venne colpito con un colpo d’arma da fuoco durante una delle prime manifestazioni a Praga organizzata il 28 Ottobre in occasione dell’anniversario dell’indipendenza della Repubblica Cecoslovacca e morì giorni dopo a causa delle ferite riportate.

Il 15 novembre si tenne il corteo funebre a cui parteciparono migliaia di studenti trasformandolo in una manifestazione anti-nazista. Le autorità tedesche risposero con ferocia e violenza chiudendo tutti gli istituti di istruzione superiore e deportando 1200 studenti in campi di concentramento. Due giorni dopo, vennero giustiziati senza processo nove persone, tra studenti e professori. 

Due anni dopo a Londra, nel 1941, il 17 novembre viene dichiarato Giornata internazionale degli studenti dall’International Union of Students. 

Frasi e citazioni sugli studenti

Vi riportiamo di seguito alcune citazioni e frasi tra quelle che ci hanno colpito di più sul ruolo dello studente, sperando possano essere di spunto così come di ispirazione.

“Ogni studente suona il suo strumento, non c’è niente da fare. La cosa difficile è conoscere bene i nostri musicisti e trovare l’armonia. Una buona classe non è un reggimento che marcia al passo, è un’orchestra che prova la stessa sinfonia.”

Daniel Pennac

“Non ho mai insegnato nulla ai miei studenti; ho solo cercato di metterli nelle condizioni migliori per imparare.”

Albert Einstein

“Gli allievi mangiano ciò che i professori hanno digerito.”

Karl Kraus

“L’insegnamento è lasciare una traccia di stessi nello sviluppo di un altro. E sicuramente lo studente è una banca dove è possibile depositare i propri tesori più preziosi.”

Eugene P. Bertin

“Molti studenti, specie se poveri, sanno per istinto che cosa fa per loro la scuola: gli insegna a confondere processo e sostanza. Una volta confusi questi due momenti, acquista validità una nuova logica; quanto maggiore è l’applicazione, tanto migliori sono i risultati; in altre parole, l’escalation porta al successo. In questo modo si «scolarizza» l’allievo a confondere insegnamento e apprendimento, promozione e istruzione, diploma e competenza, facilità di parola e capacità di dire qualcosa di nuovo. Si «scolarizza» la sua immaginazione ad accettare il servizio al posto del valore.”

Ivan Illich

“Gli studenti e quanto viene loro insegnato rimangono estranei tra loro, a parte il fatto che ognuno degli studenti è divenuto il proprietario di un insieme di affermazioni fatte da qualcun altro (il quale a sua volta o le ha coniate di suo o le ha riprese da un’altra fonte).”

Erich Fromm

“Ogni studente deve essere trattato come un individuo da cui ci si aspetta che possa esprimersi in un contributo attivo, e creativo, alla discussione in classe.”

Martha Nussbaum

“Infelici a scuola? Forse. Scombussolati dalla vita? Alcuni, sì. Ma ai miei occhi siete fatti di parole, tutti quanti voi, intessuti di grammatica, tutti, pieni di discorsi, anche i più silenziosi o i meno attrezzati di vocabolario, abitati dalle vostre rappresentazioni del mondo, pieni di letteratura, insomma, ognuno di voi, ve lo assicuro.”

Daniel Pennac

“Si può insegnare a uno studente una lezione al giorno; ma se gli si insegna la curiosità, egli continuerà il processo di apprendimento finché vive.”

Argilla P. Bedford

“Un maestro non è chi insegna qualcosa, ma chi ispira l’alunno a dare il meglio di sé per scoprire una conoscenza che già possiede nella propria anima.”     

Paulo Coelho

“Dev’essere proposito eguale dell’insegnante e del discepolo: che uno voglia giovare e l’altro apprendere.”  

Lucio Anneo Seneca

“Gli insegnanti devono amare con curiosità antropologica quella tribù di alunni che ogni mattina si trovano di fronte.”     

Daniel Pennac

“Tutti i più grandi maghi della storia hanno iniziato essendo niente di più di quello che siamo noi: studenti. Se loro ce l’hanno fatta, perché noi no?”        

Harry Potter

“Troppo spesso diamo agli studenti risposte da ricordare, piuttosto che problemi da risolvere.”

Roger Lewin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...